La proposta di attività si basa su una serie di tornei con la formula di gioco su campo ridotto, riservato agli alunni della classe prima (formula 2 contro 2) e delle classi seconda/terza (formula 3 contro 3, che il MIUR sta valutando di adottare per i GSS di questa fascia di età), che per le sue caratteristiche “fa giocare” veramente tutti e per tutto l’anno.

La modalità organizzativa è tale da non limitare la partecipazione al gruppo di alunni più dotati ma da “costringere” invece alla partecipazione tutti i componenti il gruppo classe, nessuno escluso

OBIETTIVO: coinvolgimento attivo e contemporaneo di tutto il “gruppo classe” favorendo l’espressione delle capacità individuali all’interno del piccolo gruppo e di educare alla ricerca della collaborazione.

Il progetto, a scelta dei docenti, può essere articolato in:

1) Lezioni e tutorial per l’apprendimento delle tecniche e delle modalità di gioco. Se richiesto il docente sarà affiancato da un insegnante tecnico messo a disposizione dalla Società Sportiva locale in collaborazione con il Comitato Regionale FIPAV e il Comitato Territoriale di riferimento

2) Tornei con la formula di gioco 2 contro 2 (classe prima) e 3 contro 3 (classi seconda e terza), su campo ridotto e con regole adattate alle capacità tecnico-motorie degli alunni. I tornei potranno svolgersi interni alla classe e/o fra classi parallele, la modalità organizzativa (cadenza delle partite, orari di svolgimento, etc.) sarà definita in base alle esigenze della singola scuola, che sarà comunque supportata nello svolgimento del torneo stesso.

In qualsiasi caso l’utilizzo degli spazi sarà tale da permettere il coinvolgimento attivo di un elevato numero di alunni contemporaneamente, e la modalità organizzativa prevedrà la partecipazione di tutti i componenti il gruppo classe, nessuno escluso.

3) Festa finale a livello di plesso e/o tra plessi dello stesso Istituto Scolastico, con la formula di gioco dei Tornei.

È consigliato programmare fin da subito la manifestazione da prevedere negli ultimi mesi di scuola a conclusione dell’attività svolta. La scuola sarà supportata organizzativamente e logisticamente dalle società di pallavolo del territorio.

La FIPAV, dal canto suo, intende inoltre incentivare le manifestazioni che si svolgeranno all’aperto in piazze ed altre location nei centri urbani, mettendo a disposizione materiali per tutti gli alunni partecipanti.

4) Sitting Volley sperimentazione in forma ludico-motoria della disciplina paraolimpica ideata per permettere di far giocare insieme a pallavolo atleti con disabilità fisica e normodotati stando seduti per terra.

La modalità organizzativa sarà definitiva in base alle esigenze della singola scuola

5) Corsi per docenti autorizzati e riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione e rivolti a tutti i docenti, prevalentemente a coloro che si occupano dell’educazione motoria.

 

PDF Scheda di adesione Scuola Secondaria I Grado